La nostra storia

Questo particolare quanto attuale progetto risale al 1997, ma ha origine negli anni ’70, quando furono stabilite le prime relazioni diplomatiche con l’Unione Sovietica durante un viaggio intrapreso dal gruppo dei fondatori di Rondine per portare un messaggio di pace e dialogo.

Nel 1995, durante la prima guerra in Cecenia, al gruppo dei fondatori venne affidata dai russi una missione impossibile: ottenere la prima tregua del conflitto. Febbrili trattative segrete portarono a un primo cessate il fuoco di 72 ore, purtroppo non rispettato. Quella che sembrava una grande sconfitta, fu in realtà l’inizio di una nuova storia e portò alla nascita dell’Associazione, accreditata come “soggetto attendibile” per il  popolo russo e ceceno.

Nel 1997 l’Associazione decise di accogliere la richiesta di ospitare alcuni giovani ceceni affinché potessero completare gli studi universitari interrotti a causa della guerra. Una condizione doveva però essere rispettata, sull’esempio toscano di formazione lapiriana: gli studenti ceceni dovevano vivere e studiare insieme al nemico, i russi.

Grazie al coraggio di Franco Vaccari – professore e psicologo riconosciuto a livello internazionale per la sua opera di mediazione del conflitto – nacque l’idea della Cittadella della Pace, ispirata non solo a La Pira, ma anche alla piccola Barbiana di Don Milani e ai grandi fautori del pensiero di educazione alla pace: un luogo dove i nemici potessero conoscersi per vedere la persona al di là di barriere e nazionalità.

Dona ora Aiutaci! Dona ora
RONDINE

Seguici

it