Initiative for Peaceful and Democratic Elections in Sierra Leone

Initiative for Peaceful and Democratic Elections in Sierra Leone

AREA: DIPLOMAZIA POPOLARE
I BENEFICIARI
700 beneficiari diretti
2.5 milioni beneficiari indiretti
ANNO 2008
Fondation Assistance Internationale – FAI
PARTNER
l’Università di Makeni, Sierra Leone
Rondine Cittadella della Pace

L’innovativo progetto “Initiative for Peaceful and Democratic Elections in Sierra Leone” è stato promosso da Rondine International Peace Lab per promuovere tra la popolazione un processo elettorale pacifico e informato che porti all’accettazione dei risultati elettorali.

Dopo uno studio di fattibilità del progetto, gli ex alunni di Rondine hanno preparato 12 formatori, uno in rappresentanza di ogni area della Sierra Leone. Questi trainer a loro volta hanno formato 360 leader di comunità su argomenti come democrazia, responsabilità sociale, bene comune e riconciliazione. Grazie a questa formazione, i leader sono stati in grado di agire per contribuire allo sviluppo democratico delle loro aree di competenza. Nel progetto sono stati coinvolti anche 400 studenti, attraverso 4 tavole rotonde organizzate con le principali  università nazionali. L’obiettivo raggiunto ha portato ad una maggiore consapevolezza del valore dell’impegno politico da parte dei leader di comunità, a un maggior dialogo tra fazioni in conflitto e ad una campagna di sensibilizzazione nazionale che ha aumentato il livello di responsabilità e di fiducia della popolazione sul processo elettorale.

Dal punto di vista comunicativo, una campagna di sensibilizzazione su larga scala è stata condotta attraverso l’uso di mass media sia tradizionali, sia digitali (radio, stampa, brochure e social network), oltre che con dibattiti faccia a faccia.

Rondine International Peace Lab sta ora lavorando alla pubblicazione di una guida ai progetti sulle buone pratiche e all’organizzazione di un evento di chiusura, durante il quale verrà illustrato il lavoro fatto ad altre organizzazioni nazionali e internazionali, oltre che alle istituzioni.

 

“Perché le Rondini d’Oro? Per farle volare libere di esprimersi e di tornare nel proprio paese. 

Nutriamo una speranza per il futuro delle Rondini d’Oro per questo ci siamo messi in gioco con la Fondazione. Abbiamo finanziato questo progetto perché non ci sono in Europa esempi come Rondine e ci siamo sentiti chiamati ad una responsabilità ed essere partecipi di un tentativo come quello sviluppato in Sierra Leone. Ci aspettiamo qualcosa per il futuro, esercizi fattivi di cooperazione grazie anche all’interlocuzione con altre istituzioni. Spero, che le istituzioni europee possano conoscervi, siete il germe di un futuro di pace.”

Stefania Mancini

Fondation Assistance Internationale – FAI