World House

World House

AREA: FORMAZIONE
I BENEFICIARI (anno di riferimento 2017/ 2018)
13 Giovani studenti universitari provenienti
da aree di conflitto o post-conflitto
N. BENEFICIARI FINO AL 2017 COMPRESO
174 Studenti formati a Rondine
DURATA DEL PROGETTO
2 ANNI
SOSTENITORI 2017
Aboca S.p.A.
Conferenza Episcopale Italiana
Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi Onlus
Fondazione Brunello e Federica Cucinelli
Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Fondazione Mondo Unito
Gouvernement Princier – Principauté de Monaco
Ministero dell’Ambiente e della Tutela
del Territorio e del Mare
Presidenza Regione Toscana
Rotary International – Distretto 2071

Vai al sito dedicato

Promuovere la risoluzione
del conflitto attraverso l’esperienza di
giovani che scoprono la persona nel proprio nemico

Lo Studentato Internazionale – World House è un’esperienza di impegno civile per la trasformazione dei conflitti attraverso l’educazione e l’alta formazione: la concretizzazione della mission di Rondine. È il cuore della Cittadella, dove si sperimentano percorsi innovativi durante i quali i partecipanti si preparano con determinazione a diventare leader in contesti in rapida trasformazione, nonché di alta conflittualità ed elevata complessità. È rivolto a giovani appartenenti a culture diverse e provenienti da paesi interessati da conflitti attuali o recenti, che accettano di convivere con il proprio “nemico” per imparare ad affrontare il conflitto in ogni sua dimensione, trasformandolo in un’opportunità creativa attraverso il confronto quotidiano e la formazione. Alla fine del percorso, gli studenti avranno gli strumenti per promuovere azioni e progetti finalizzati alla risoluzione del conflitto e allo sviluppo dei rispettivi Paesi. Oggi lo Studentato accoglie trenta giovani di venticinque nazionalità diverse provenienti da Medio Oriente, Balcani, Africa, Caucaso, America.
Nello specifico, il progetto consiste in un percorso di due anni che si sviluppa in tre principali contesti: quotidiano, formativo e accademico, tutti espressione diretta dei valori e i principi di Rondine. I giovani dopo un complesso processo di selezione arrivano a Rondine a inizio luglio e in questi mesi seguono un programma intensivo di lingua italiana per poter interagire con la realtà di Rondine e nella società italiana per i successivi due anni. A ottobre per i giovani della World House inizia il programma formativo interno a cura dell’associazione, incentrato sui temi della trasformazione del conflitto, della leadership, dei diritti umani, comunicazione e molto altro. Un programma che vede la presenza di professionisti e docenti universitari altamente preparati sulle tematiche previste e che si affianca ad un percorso informale che ha il proprio centro sull’esperienza di convivenza e condivisione. Inoltre i giovani hanno la possibilità di seguire un master di secondo livello per approfondire le proprie competenze specifiche e professionali nel proprio ambito di interesse.

“Dentro i suoi occhi, ho rivisto la mia stessa paura, la stessa rabbia, l’odio che stavo provando nel mio cuore. Lo fissavo negli occhi. Anche suo fratello era al confine, in guerra. Come il mio. 

Proprio in quel momento ho capito cos’è la pace per me. Io che mi preoccupo per il fratello del mio “nemico”, per sua madre e per i suoi cari che piangono dall’altra parte del conflitto come i miei.”

Ulviyya

Azerbaigiana